Pornhub Insights: Nuove statistiche sulla salute sessuale

Pornhub ha preso la Giornata Mondiale della Salute Sessuale come un’opportunità per pubblicare uno speciale Rapporto di approfondimento. L’attenzione si concentra sui temi “sessualità” e “salute”.

I termini di ricerca più popolari sono “masturbazione” e “bdsm


“Sessualità” e “salute” sono temi che riguardano – e soprattutto interessano – tutti. Tuttavia, per motivi come la vergogna, pochissime persone ne parlano apertamente.

In occasione della Giornata Mondiale della Salute Sessuale del 4 settembre 2020, il sito porno Pornhub ha ora lanciato un tentativo di rompere il silenzio con uno speciale rapporto Insights. Pornhub Sexual Wellness Center Insights ha valutato i dati del Sexual Wellness Center interno, gestito dalla psicologa e terapista Dr. Laurie Betito ed è già stato consultato da oltre 40 milioni di uomini e donne per domande su questioni sessuali e di salute.

Risultati: La ricerca più frequente sul sito web del Sexual Wellness Center è “masturbazione”. Non c’è da stupirsi, visto che il consumo di porno riguarda principalmente la masturbazione. Il dottor Betito cita un altro motivo per l’alta frequenza delle ricerche di questo termine: “Molte persone sono cresciute credendo che la masturbazione fosse peccaminosa o sporca – o che influisse sulla loro crescita. Pertanto, la masturbazione è ancora associata a una grande vergogna. Inoltre, è per questo che la gente non ne parla”. E aggiunge: “Per fortuna abbiamo tutte le risposte sull’aspetto del benessere sessuale della masturbazione”.

Al secondo posto tra i termini di ricerca più popolari c’è “bdsm”, che il dottor Betito vede come il risultato della recente pubblicità di film come “50 Shades of Grey”. Secondo lei, sono soprattutto le donne ad essere interessate alle questioni relative al BDSM e alle pratiche ad esso associate.

Al terzo e quarto posto ci sono “anale” e “gay”, seguiti da “porno” e “eiaculazione precoce” al quinto e sesto posto, con un netto distacco. Secondo il dottor Betito, questi argomenti sono fortemente trascurati nelle lezioni di educazione sessuale a scuola. “Molte persone hanno molte domande su argomenti che non vengono discussi apertamente. Dalle domande che ricevo dagli utenti, vedo che c’è ancora molta ignoranza su molti aspetti della sessualità”, dice lo psicologo.

La maggior parte delle ricerche sono per la salute sessuale e il piacere sessuale


I temi che più spesso sono richiesti nel Sexual Wellness Center sono “Sessualità”, “Stare in salute” e “Controllo delle nascite”, seguiti da “Sesso casuale”, “Pegging” e “Piacere sessuale”. Secondo il Dr. Betito, è particolarmente evidente che “Sessualità”, “Stare in salute”, “Sesso occasionale” e “Piacere sessuale” sono quattro dei temi principali che hanno a che fare con la salute sessuale o il piacere sessuale.

A loro avviso, questo era un chiaro segno che si diceva poco a riguardo e che il lavoro educativo veniva trascurato. Gli utenti cercavano risposte che potevano ottenere solo nel Sexual Wellness Center.

Domande di ricerca specifiche per genere


Il 72% degli utenti del Sexual Wellness Center è di sesso maschile, solo il 28% è di sesso femminile. Interessante: entrambi i sessi sono interessati principalmente a temi che riguardano la propria sessualità.

Per esempio, gli uomini hanno il 69% e il 12% di probabilità in più rispetto alle donne di menzionare gli argomenti “Disfunzione erettile” o “Dimensione del pene”. D’altra parte, le donne hanno il 54% e il 37% di probabilità in più rispetto agli uomini di richiamare gli argomenti “Esplorare la sessualità” o “Orgasmo femminile”.